Ceci hellobar

Training Gratuito: Aumenta le Tue Vendite in 6 Step

Tutti i Biz Corsi fino al 70%

L’Esercizio Più Potente di Visualizzazione Creativa che Ho Provato Finora

Biz Academy Team

Oggi voglio condividere con te una delle pratiche più efficaci che abbia mai provato di Visualizzazione Creativa.

Ma prima una piccola premessa: per diversi anni ho respirato un’idea di crescita personale tossica, improntata sulla premessa che c’è qualcosa di rotto in te che va aggiustato, ma anche sull’idea che se vuoi puoi piegare la realtà, che il mondo è al tuo servizio, che sei nata per vincere a tutti i costi e che… ti basta pensare abbastanza a lungo a qualcosa per manifestarla.

Credo che a salvarmi da un’idea così pericolosa sia stata la mia indole di faticatrice instancabile, che ama i processi, la routine, i piani d’azione …quelli che ti fanno sporcare le mani per arrivare al traguardo.

Devo ai miei genitori il valore della fatica, dello sforzo, e dell’idea che non puoi piegare la realtà ma che quando cominci a conoscere te stessa e i tuoi schemi allora la realtà cambia, quasi impercettibilmente all’inizio, ma cambia, perché cambia il modo in cui rispondi a quello che accade.

Questa premessa è fondamentale prima di addentrarci nel cuore della puntata di oggi, perché oggi parliamo di un esercizio di visualizzazione creativa che può aiutarci ad arrivare al traguardo che ci siamo prefisse, e la stessa parola “visualizzazione” è qualcosa da cui mi sono allontana per diversi anni.

Ero talmente nauseata dal modo in cui l’avevo vista promuovere da famosi autori americani devoti all’indottrinamento delle masse per convincerle che possono diventare tutti ricchi e felici in un battito di ciglia, che non ne volevo più sapere.

Solo negli ultimi 2 anni, dopo un necessario detox da  tutto quello che mi ero mentalmente bevuta, ho iniziato a riavvicinarmi ai principi della visualizzazione creativa, questa volta, però a modo mio. Approcciando quello che veniva proposto con molta cautela, e accogliendolo solo dopo un’attenta analisi di chi la proponeva.

L’Esercizio di Visualizzazione Creativa che Devi Provare Subito

Uno degli esercizi di visualizzazione creativa che mi accompagna da anni, consiste nello scrivere ogni anno una lettera a me stessa, dal futuro. È un esercizio che abbiamo fatto anche durante l’ultimo BizBrunch, l’evento annuale che riunisce tutte le imprenditrici che fanno parte delle Membership di Biz Academy ed è stato accolto con grande entusiasmo, soprattutto quando, a distanza di mesi, la lettera dal futuro che ciascuna di noi aveva scritto è stata recapitata nella casella di posta…e ci siamo resi conto di quanti traguardi si fossero concretizzati.

Prima di dirti come funziona nel dettaglio l’esercizio, vediamo per quale motivo aiuta.

È risaputo e comprovato che la visualizzazione periodica di un traguardo che abbiamo in mente AIUTA a raggiungerlo.

La visualizzazione creativa è qualcosa che usano gli atleti ad esempio, affiancando un allenamento di visualizzazione mentale all’allenamento fisico (che ovviamente non può mancare).

Uno dei meccanismi chiave che sembra rendere la visualizzazione efficace è il fatto che il cervello umano non distingue nettamente tra un’immagine mentale vivida e la realtà stessa. Quando visualizziamo un’azione o un risultato desiderato, il nostro cervello attiva circuiti neurali simili a quelli attivati durante l’esecuzione fisica effettiva. 

Questo fenomeno è noto come “neuromuscolare” o “neurale incrociato” e implica che la pratica mentale attraverso la visualizzazione può migliorare le abilità fisiche reali.

Un esempio di atleta che utilizza la visualizzazione prima di una gara è Michael Phelps, plurimedagliato nuotatore olimpico. Prima di ogni gara, Phelps immagina se stesso nuotare nel modo più perfetto possibile, visualizzando ogni singolo dettaglio del suo stile e delle sue azioni. Ha dichiarato che la visualizzazione è una parte cruciale della sua preparazione e che le sue medaglie d’oro sono state “vinte” nella sua mente prima ancora di tuffarsi in piscina.

Questo esempio evidenzia come la visualizzazione possa influenzare positivamente le prestazioni di un atleta di alto livello, e come le sue quelle di chiunque altro.

Oltre agli effetti sulle prestazioni, la visualizzazione può anche aiutare a ridurre l’ansia e lo stress. Immaginare se stessi affrontare con successo le situazioni stressanti può aiutare a rafforzare la fiducia, consentendo di performare al meglio delle nostre capacità.

Visualizzazione Creativa: non fare questo errore!

Sembra quasi inutile ricordarlo (ma non si sa mai): le tecniche di visualizzazione creativa devono accompagnare un’azione sul campo!

So che questa cosa è ovvia ma credimi quando ti dico che nei miei anni trascorsi nella bolla del pensiero positivo tossico, ne ho sentite di tutti i colori. Ricordo ad esempio un episodio, in cui Tyron, un ragazzo che lavorava con me molti anni fa, fissato in modo quasi inquietante sulle tecniche di visualizzazione,  una mattina mi raccontava tutto accalorato, di uno studio condotto di visualizzazione creativa sui giocatori di basket.

I partecipanti erano stati divisi in tre gruppi: un gruppo aveva praticato solo la visualizzazione del tiro libero, un secondo gruppo aveva eseguito solo tiri liberi fisici e un terzo gruppo non aveva fatto nulla. Alla fine dello studio, il gruppo che aveva praticato solo la visualizzazione ha mostrato un miglioramento significativo nella percentuale di successo ai tiri liberi, quasi quanto il gruppo che aveva effettivamente eseguito i tiri fisici.

Così, Tyron concludeva con un entusiasmo irrefrenabile che questo dimostrava come le tecniche di visualizzazione creativa potessero addirittura sostituire l’allenamento fisico.

Ricordo di averlo ascoltato con curiosità ma di non aver potuto fare a meno di osservare, con spiccato scetticismo, che lo studio era stato condotto su giocatori di basket di professione, persone allenate da una vita, e lo studio dimostrava semplicemente l’efficacia della visualizzazione UNITA alla pratica sul campo. 

Tyron non fu particolarmente colpito dalle mie osservazioni ….e mi rispose che avrei fatto meglio a leggere qualche libro in più invece che dare opinioni. Ahh, sì, quei famosi libri di crescita personale che hanno contribuito a diffondere l’idea che puoi tutto senza sforzo e che l’universo si piega al tuo volere…

La verità è che NO, non puoi!!!!

La visualizzazione creativa può aiutarci enormemente ad abbracciare il giusto mindset per raggiungere i nostri traguardi ma un piano d’azione strategico e operativo è assolutamente imprescindibile!!!!

Fatta questa lunga ma decisamente dovuta premessa, vediamo come praticare la visualizzazione creativa scrivendoci una lettera dal futuro che possa aiutarci ad affrontare le difficoltà che arriveranno nel mentre, con nuova resilienza e determinazione.

C’è posta per te

L’esercizio di visualizzazione creativa “La lettera dal futuro” funziona così:

  • Immaginati proiettata nel futuro di 6 mesi mentre scrivi una lettera alla te di oggi per aggiornarla di quello che è accaduto. 
  • Ora ti farai una serie di domande, che a breve ti condivido, dandoti 4-6 minuti per rispondere a ciascuna.
  • Queste domande sono solo una traccia di riferimento: l’idea è scrivere le risposte come fossero parte di un’unica narrazione che stai scrivendo in prima persona persona singolare. 
  • Finito l’esercizio inserisci il foglio in una busta che chiudi come se volessi inviarla.
  • Inseriscila in un cassetto, magari fai una foto per ricordarti dove l’hai messa, anche a distanza di tempo.
  • Mettiti un promemoria sul telefono, per cui fra 6 mesi o un anno andrai a rileggere la lettera.

Disclaimer: questo non è un esercizio di pianificazione. La pianificazione può avvenire in un secondo momento. Oggi l’obiettivo è un altro: proiettarci nel futuro come l’avessimo già vissuto, interiorizzare il significato degli obiettivi che abbiamo in mente e prepararci il terreno interiore per raggiungerli.

Pronta per mettere in pratica questo potente esercizio di visualizzazione creativa?


Cominciamo!

Calcola quale sarà la data esatta 6 mesi da oggi (in base a quando stai ascoltando questo podcast).

Immagina di trovarti in un posto per te significativo, e guardandoti indietro, rispondi a queste domande:

  1. Se il mio business fosse perfetto come sarebbe?
    Dimenticati totalmente del come andrà ad accadere, per ora, o addirittura del ‘’è davvero possibile?’’.
  2. Guardandomi indietro di 6 mesi, quali obiettivi ho raggiunto?
    Pensa in termini di esperienze che hai potuto vivere. Ad esempio, potresti essere riuscita a staccare per un’intera settimana di vacanza, ma anche aver vissuto un periodo di soddisfazione che ha lasciato poco o pochissimo spazio a scoraggiamento e paura. 
  1. Perché questi obiettivi erano così importanti per me?
    Rispondere a questa domanda è cruciale per rimuovere quello che lo studioso Robert Fritz chiama Tensione Strutturale. Ogni volta che ci troviamo in un punto A e dobbiamo arrivare a un punto B dobbiamo rendere il tragitto così entusiasmante, da essere quasi naturalmente proiettati verso la meta.
  1. Come mai quello che finalmente ho raggiunto, non era ancora accaduto?
    Individua soprattutto come hai gestito la tua critica interiore, il dubbio di star sbagliando tutto, e la paura di non farcela.

    Alcuni esempi:

    Non l’avevo fatto prima perché ancora non sapevo che mi bastava un piccolo corso online per iniziare;
    Non era accaduto prima perché mi imbarazzava pubblicare su IG;
    Non era ancora successo perché temevo di sembrare ridicola.
  1. Come ho gestito e superato questi sabotatori interiori?
    Smettere per un momento di essere il nostro ostacolo più grande è uno degli obiettivi più grandi che possiamo raggiungere. Tutto parte dalla consapevolezza di quali sono le forze interiori che ci bloccano e definire un piano d’azione per gestirle.
  1. Chi sono diventata nel processo?
    Ora che tutto quello che desideravi raggiungere è diventato realtà, come sei cambiata tu, che cosa ha significato per te come persona? Potresti essere diventata un’imprenditrice più sicura di se stessa e le sue capacità, potresti essere riuscita a diventare una mamma più presente, grazie a un business che funziona quasi da solo.  
  1. Come mi sente adesso?
    Come ti senti ora che hai raggiunto questi obiettivi? Forse orgogliosa, soddisfatta, serena, o semplicemente incredibilmente sollevata, per essere finalmente riuscita a trovare stabilità e prevedibilità nel tuo business.

Queste sono 7 domande a cui rispondere per stilare la tua lettera dal futuro.

Cerca di rispondere con il maggior numero di dettagli possibili, descrivendo dove ti trovi mentre scrivi, cosa senti, vicino a chi sei e cosa vedi intorno a te. 

Extra Tip per rendere la tua visualizzazione creativa ancora più efficace

Mentre arricchisci la tua narrazione di dettagli devi ricordare un dettaglio cruciale, che può aiutare enormemente a superare lo scetticismo che nasce dopo aver scritto la lettera perché quello che ci abbiamo messo dentro sembra troppo bello per essere vero.

Ti condivido la tip fra un secondo, ma prima una SUPER novità! 

Se ascolti questo podcast da un po’ sai che l’unico modo per lavorare direttamente con me è unirti a Biz Academy Club, la prima business academy tutta al femminile, dove seguo oltre 350 imprenditrici all’interno del nostro gruppo segreto.

Negli ultimi tempi continuano però ad arrivare richieste di poter lavorare con me 1:1 e non solo 1 to many.

Per questo, da pochissimo, è nato Biz Academy Elite, che include – oltre alle risorse dell’Academy, anche la possibilità  di lavorare con me 1:1.

È un’opportunità disponibile  SOLO previa candidatura e solo per pochissimi posti.

Biz Academy Elite ha un costo e voglio essere certa di poter aiutare chi lo sceglie a trasformarlo nel miglior investimento che abbia mai fatto nel suo business. Mi raccomando, ricorda che se sei già parte di Biz Aacdemy Club o Biz Academy Light, hai diritto ad un’agevolazione particolare.

Puoi scrivere un messaggio WhatsApp dal link che trovi qui.

Mentre per candidarti a Biz Academy Elite puoi volare in fondo a questa pagina.

Torniamo alla nostra visualizzazione creativa, e aggiungiamo l’ultimo tassello che manca all’equazione.

Mi riferisco a un pizzico di infusione di realtà.

Mi spiego: una lettera al futuro che descrive una realtà troppo lontana da quella che stai vivendo in questo momento, è una lettera a cui non puoi credere. Ma se ci aggiungi qualche elemento che già vivi nella tua vita di adesso, smorzi questo rischio.

Ad esempio, se bere il caffè al mattino è un momento prezioso per te (lo è per me di sicuro) puoi iniziare la lettera raccontando che stai bevendo il tuo caffè preferito dalla tua tazza preferita, con latte di noci montato e spruzzato di cacao (ahem, ho appena descritto il mio caffè preferito). Il tuo potrebbe essere diverso ma hai capito cosa intendo 🙂

Inserisci tra le righe della tua lettera di visualizzazione creativa qualche azione o elemento che già è parte della tua realtà. 

Questa chicca finale sarà preziosa soprattutto per le più scettiche, o per chi, come me, ne ha le ciliegie piene di scorciatoie di crescita personale per vincere alla lotteria.

La crescita personale è prima di tutto un viaggio di consapevolezza, e non ci sono scorciatoie per percorrerlo, ma quando abbracciata con saggezza può aiutarti a raggiungere i traguardi più audaci e affrontare le sfide più insidiose.

Rileggi la lettera fra qualche mese, e capirai cosa intendo.

Prima di lasciarti voglio ricordare alle imprenditrici in ascolto che sono già parte di Biz Academy Club o Biz Academy Light che il 9 settembre arriva il BizBrunch, il nostro evento annuale per incontrarci di persona, fare brainstorming e networking strategico.

Cerca nella tua casella di posta la parola chiave  “BizBrunch” o sei sei parte di BAC e hai accesso al gruppo segreto, sbircia il link che trovi pinnato in alto.

Non vedo l’ora di riabbracciarti o conoscerti per la prima volta...e magari rifare insieme questo potente esercizio di visualizzazione creativa.

Shop Editor Picks

Ultimi approfondimenti

Podcast Impact Girl

NON PERDERTI UN SOLO EPISODIO

Lascia un commento

Iscriviti alla Nuova Masterclass

Trasforma la tua passione in un business digitale solido & proficuo

Scopri il modo più rapido per trasformare il web in una fonte di guadagno e i 4 step da seguire per riuscirci con successo.

Cecilia Sardeo Smile header