Pronta per digitalizzare la tua attività?

Campagne su Facebook

Facebook Ads: la Tua Mini Guida per Iniziare

43
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su twitter

Campagne su Facebook: devo proprio farle?

Qualsiasi tipo di business tu abbia, ti sei probabilmente chiesta più volte se fare annunci a pagamento sia davvero necessario per farti conoscere.

E se la risposta che ti sei data è stata affermativa, la domanda successiva è probabilmente stata: da dove parto?

Partiamo da un dato di fatto: fare pubblicità a pagamento per farti conoscere sul web non è obbligatorio, ma è senza dubbio una delle strade più rapide e scalabili per riuscirci.

Per quale motivo?

1) Farti conoscere e acquisire più clienti attraverso il traffico organico (ossia visitatori senza alcuna sponsorizzazione) attraverso una buona strategia SEO e di social media marketing, è una strada che se percorsa da sola, può risultare lunga e scoraggiante.
 

2) Annunci sponsorizzati, ti consentono di raggiungere un pubblico estremamente in linea con quello che tu proponi, evitando di disperdere tempo, denaro e fatica.  


3) Campagne di advertising a pagamento sono misurabili con estrema attenzione, e dunque facilmente scalabili.
 

Tra tutte le piattaforme che consentono di attivare delle sponsorizzate, Facebook ads resta senza dubbio uno degli strumenti più efficaci per far conoscere la tua attività sul web e trasformarla in un business di successo.

Questo per svariati motivi:

  • Dal pannello del business manager di Facebook (29 milioni di utenti) puoi fare pubblicità anche su Instagram (20 milioni di utenti) e prendere così 2 bei piccioni con una fava. 
  •  Le campagne su Facebook hanno costi accessibili (a differenza di AdWords, ad esempio, o LinkedIn, dove i costi sono decisamente più alti).
  • Facebook è ancora la piattaforma pubblicitaria che ti consente di raggiungere l’audience più mirata alle tue esigenze.

Facebook Advertising: da dove partire

Creare delle campagne su Facebook non è particolarmente complicato, basta seguire i passaggi che la piattaforma ti elenca e le istruzioni che lo stesso Facebook mette a disposizione

E però le campagne su Facebook sono figlie di un mondo in continua evoluzione: è quindi fondamentale definire con cura quali sono i primi passi da compiere prima di buttarsi a capofitto nel mondo di Facebook ads.

1) Definisci l’obiettivo della campagna

Facebook divide gli obiettivi per le campagne in tre macro categorie: Notorietà Considerazione Conversione.

È un approccio che segue una logica piuttosto intuitiva: ciascuna categoria corrisponde infatti ad un preciso punto del funnel di conversione, passando sempre più da un’esigenza latente (come una semplice interazione) a un’esigenza esplicita (come un acquisto). 

Campagne Facebook: obiettivo notorietà

NOTORIETÀ > Notorietà del brand

Lo scopo dell’obiettivo “Notorietà del brand” è mostrare le inserzioni al numero più alto di persone possibile. 

Facebook in particolare descrive questo tipo di campagne come il “mostrare le inserzioni a coloro che potrebbero notarle con interesse”. 

Ma impiegare in questo caso campagne di tipo Traffico o Interazione è molto più efficace visto che un riflesso sulla notorietà del brand sarà comunque altrettanto presente. 

NOTORIETÀ > Copertura

L’obiettivo “Copertura” è molto più interessante perché ci permette di controllare l’erogazione delle nostre inserzioni limitando il numero massimo di visualizzazioni per giorno (o numero di giorni).

Poter limitare la frequenza torna piuttosto utile in due sensi: per non saturare troppo rapidamente un target ristretto o per spingere al massimo l’erogazione in periodi ristretti, nel caso di promozioni a termine. 

Campagne Facebook: obiettivo considerazione

Traffico

L’obiettivo Traffico è uno dei più usati, insieme a Interazione e Conversione. Lo scopo è quello di portare traffico al nostro sito. 

Ma perché scegliere Traffico e non direttamente Conversioni?

Perché in alcuni casi è molto più efficace scremare un primo pubblico portandolo a leggere i nostri contenuti, concentrandoci sulle performance della campagna in termini di traffico generato, per poi tornare con una diversa campagna su di esso e puntare alle conversioni vere e proprie. 

Interazione 

Le campagne con obiettivo Interazione si dividono a loro volta in: 

  • Interazione con i post 
  • “Mi Piace” sulla pagina 
  • Risposte a un evento 

L’obiettivo Interazione > Interazione con i post racchiude al suo interno tutto ciò che solitamente include lo spingere un post sponsorizzato al nostro target. Può trattarsi di una spinta a un post pubblicato sulla pagina che già sta ottenendo buoni risultati, così come il progettare appositamente la sponsorizzazione di un contenuto programmato per il futuro o ancora non pubblicato sulla pagina. 

Anche in questo caso, il senso è lavorare per gradi.

 Sponsorizzando un contenuto abbiamo modo di porre un annuncio di fronte al target e far interagire nel tempo le persone con esso. Torneremo su queste persone in un secondo momento con campagne maggiormente legate alla conversione applicando un pizzico di retargeting. 

L’obiettivo Interazione > “Mi Piace” sulla pagina troviamo forse la più conosciuta tra tutti i tipi di campagne in Facebook Ads: quella volta a incrementare il numero di Mi Piace sulla pagina. 

Ma ricorda che Mi Piace fini a se stessi stessi, sono poco più che una vanity metric. Più Mi Piace non significa un business migliore, più vendite o più contatti. Tuttavia, lavorare sulla propria base di fan attraverso una campagna Like e una corrispettiva pianificazione editoriale sulla pagina stessa è un’ottima strategia per costruire una prima audience a cui riferirsi nel tempo. 

L’obiettivo Interazione > Risposte a un evento è una delle campagne meno usate, probabilmente per via della sua stessa natura: spingere gli utenti a interagire con gli eventi pubblicati sulla pagina. 

Non solo gli eventi programmabili in Facebook lasciano tutto sommato il tempo che trovano ma, nel caso tu stia organizzando eventi online (o offline) avrai comunque già ragionato su una specifica landing page. E di conseguenza avrai scelto di fare uso di campagne di tipo Interazione con i post, Traffico o Conversioni. 

Installazioni dell’App

Esattamente come riporta il nome, un obiettivo pensato per spingere gli utenti a interagire con l’inserzione avviando il download di un’app mobile. Visto che i primi momenti di vita di un’app sono sempre fondamentali per partire con il piede giusto, potresti decidere di farne uso insieme a obiettivi complementari come Interazione o Visualizzazioni del video. 

Visualizzazioni del video

Purché si tratti di un buon video (breve ed efficace) le campagne con obiettivo video hanno costi solitamente molto bassi. In questo caso lo scopo è far riprodurre almeno un frammento dell’inserzione video stessa.

La visione di lungo periodo? Proporre agli utenti una prima campagna con lo scopo di filtrare tutti coloro che hanno scelto di interagire con l’inserzione e poi tornare su questo target in un secondo momento in retargeting. Le opzioni gestibili tramite la creazione di un Pubblico personalizzato in Facebook Ads ci permettono di inseguire tutti coloro che hanno riprodotto 3 o 10 secondi del video, oppure il 25%, 50%, 75% e 90% del totale del video. 

Generazione di contatti

Questo particolare tipo di campagna permette l’apertura di un modulo, in parte precompilato con i dati dell’utente su Facebook, al click sull’inserzione. A parità di costo e di semplicità di gestione, considera una più classica campagna con obiettivo Conversione diretta alla tua landing page. 

Campagne Facebook: obiettivo conversione

Conversioni 

Questo tipo di campagna non si discosta particolarmente dall’obiettivo Traffico, con la differenza del poter valutare i risultati delle inserzioni sulla base delle conversioni tracciate sul proprio sito dal Pixel di Facebook. Le campagne che puntano alle Conversioni possono ad esempio proporre una pagina di vendita o il download di un freemium ad un target che è già stato esposto ai nostri contenuti editoriali. 

Vendita dei prodotti del catalogo

Se hai un e-commerce puoi presentare il tuo catalogo di prodotti per gestire un’efficace strategia di re-targeting mirato, dopo che un utente ne ha visto la specifica pagina sul tuo sito. 

Visite al punto vendita

Se hai inserito una o più sedi aziendali legate alla tua pagina all’interno di Business Manager, potrai erogare una campagna con inserzioni personalizzate per ciascuna di esse. In questo caso la campagna sarà ottimizzata per la copertura unica giornaliera. 

In breve…

La divisione che Facebook applica tra i tanti obiettivi di marketing oggi disponibili fa capo alla diversa posizione all’interno del funnel di vendita ideale. 

La dinamica è sempre la stessa: attrarre utenti progressivamente, prima tramite campagne volte a suscitare interesse – copertura, video, interazione con i post – e solo in secondo luogo – conversioni, vendita dei prodotti – a spingere a un’azione quantificabile in termini di lead o vendita.


2) Definisci il tuo target di riferimento

Non cadere nell’errore di pensare che più il pubblico di riferimento è ampio, più aumenteranno le tue possibilità di successo. Parlare a tutti non farà altro che diluire il tuo messaggio mentre il tuo budget andrà sprecato senza ottenere nessun risultato.

La chiave consiste nel segmentare, cioè riuscire ad individuare quella fetta di pubblico che rappresenta il perfetto destinatario per i tuoi annunci.

Se non hai ancora individuato il tuo cliente ideale, inizia dai dati anagrafici della tua pagina Facebook ma anche di Google Analytics per capire che età hanno, il genere, la provenienza, la lingua parlata.


3) Crea l’annuncio perfetto 

Su Facebook ci sono 34 milioni di persone e 20 milioni sono su Instagram, ma ricordati sempre che nel 90% dei casi, quando li raggiungi, sono in modalità ”Anti Noia”!

Dobbiamo fare in modo che il nostro annuncio catturi la loro attenzione. Come riuscirci?

Questo e molto altro abbiamo chiesto ad Alessandra Maggio, digital strategist, advertiser e ricercatrice in ambito marketing e comunicazione.

Tuffati in questa nuova puntata di Impact Girl per scoprire la guida essenziale a campagne Facebook di successo, perché farti conoscere è un tuo diritto.

Ecco i punti salienti della puntata:

  • 1:15 – Il primo passo per partire con i Facebook Ads;
  • 16:51 – Come NON perdere tempo e soldi in campagne che non funzionano;
  • 23:26 – Gli errori da evitare con estrema attenzione;
  • 33:44 – 3 ingredienti per una campagna Facebook di successo.

Buona visione, o buon ascolto!
Ceci xx


P.S: Pronta per farti conoscere sul web in tutta sicurezza e accedere anche a Training pratici su Facebook Ads con la guida esperta dei nostri advertiser?

Unisciti oggi a Biz Academy e accedi subito a: https://biz-academy.it/offerta-limitata/

  • Oltre 80 video pratici organizzati in 12 Collezioni propedeutiche per gettare le fondamenta del tuo business sul web;
  • LIVE training mensili, per approfondire le più aggiornate strategie volte a far crescere la tua attività;
  • Template e Checklist da replicare senza fatica, per non perdere più tempo prezioso mentre provi a fare tutto da sola;
  • Mini video approfondimenti mensili, per risolvere tutti i dubbi a cui Google non sa rispondere;
  • Accesso privato a Biz Academy Club, per conoscere oltre 180 imprenditrici brillanti con cui confrontarti e avviare preziose collaborazioni;
  • Possibilità di scrivermi giornalmente per ricevere feedback o risposta a tutte le tue domande (questo è impagabile);

Ti aspettiamo 

2 commenti su “Facebook Ads: la Tua Mini Guida per Iniziare”

Lascia un commento

Shop Editor Picks

Ultimi episodi

NON PERDERTI UN SOLO EPISODIO

Iscrivendoti a questo programma acconsenti ad essere inserito/a nelle nostre mailing list, accettando la Privacy Policy e i nostri Termini e Condizioni. Potrai accedere o richiedere modifiche ai tuoi dati in qualsiasi momento.

Masterclass per Imprenditrici & Libere Professioniste che Vogliono Fare la Differenza
Scopri la Mappa Precisa per Far Crescere il Tuo Business Grazie al Web
Raggiungi più clienti in meno tempo con il Metodo in 4 Step per digitalizzare la tua attività.
Cecilia Sardeo
Prenotati ora e scopri come far crescere il tuo progetto sul web senza sacrificare la tua libertà

Questa Masterclass è completamente gratuita!

Iscrivendoti a questa Masterclass gratuita acconsenti ad essere inserito/a nelle nostre mailing list, accettando la Privacy Policy e i nostri Termini e Condizioni. Potrai accedere o richiedere modifiche ai tuoi dati in qualsiasi momento.