Simona Muzzetta: ho trovato tanta competenza, tanti contenuti e vera sorellanza

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su twitter

Qual è la tua mission e come hai deciso di iniziare?

Mi chiamo Simona, sono una psicologa e una mamma adottiva. La mia missione è molto cambiata da quando sono diventata mamma e, diciamo così, si è triplicata:

  • Attraverso la mia storia di adozione aiuto le coppie che vogliono avvicinarsi a questa scelta a comprendere se ci sono ancora delle possibilità di generare un figlio biologico, le aiuto a districarsi tra la burocrazia e la valutazione e gioisco con loro quando vedo germogliare una nuova famiglia.
  • Aiuto le nuove giovani psicologhe ad avviare la loro professione. Insieme facciamo germogliare i sogni, senza dimenticare che serve avere un buon terreno fertile per veder nascere un fiore. 
  • Il resto del tempo lavorativo è dedicato ad aiutare le persone che si trovano in un momento di difficoltà esistenziale, che sentono di doversi dedicare, per rimanere in metafora, ad estirpare le erbacce dal loro passato, a rinvasare vecchi sogni, a fertilizzare piante che non fioriscono da anni.

Perché ti sei unita a Biz Academy?

Ho sempre fatto tutto da sola, però c’è un momento nella vita in cui senti di aver bisogno di un gruppo, che possa sostenerti senza giudizio, che riesca a farti sentire la propria vicinanza anche in silenzio e che ti accarezzi quando serve. Quando Cecilia ha aperto le porte di Biz Academy non ho esitato un momento a seguirla.

Cosa speravi di trovare e cosa hai trovato?

Speravo ed ero sicura di trovare tanta competenza, tanto materiale, tanta espressività. Ho trovato tutto questo e molto di più: ho trovato un mondo di sorellanza.

Com’era la tua attività prima di unirti a Biz Academy?

Funzionava bene e mi ero molto dedicata alla costruzione del mio sito web. Il ritratto della mia attività, però, era troppo statico rispetto alla persona che sono e all’immagine che voglio comunicare del mio lavoro che è sempre in costruzione.

Come è cambiata?

Ero pronta a stravolgere i canoni, a darmi nuovi obiettivi, e così è stato. Ho modificato radicalmente il mio sito web, ho creato da zero il progetto che avevo in mente da molto tempo “La Stanza della Psicologa” e quando, improvvisamente e del tutto inaspettatamente, è arrivata la chiamata del tribunale che ci sceglieva come genitori della mia piccola Magia, ho deciso che avrei dedicato parte delle mie competenze ad aiutare altre coppie a comprendere questo viaggio. Così al momento tutta la mia esistenza, personale e lavorativa, sta subendo ancora modifiche sostanziali.

Di che cosa vai più orgogliosa da quando sei entrata a Biz Academy?

Sono orgogliosa di essermi messa in gioco, di aver avuto il coraggio di stravolgere tutto per inseguire un sogno. Molte persone si sono avvicinate al mondo adottivo ringraziandomi perché si sentivano sole e poco speranzose di poter adottare un giorno. Ho creato uno spazio solo per le giovani psicologhe alle prime armi che adesso possono ritrovarsi in un luogo protetto che ha come punto cardine la colleganza vera. Sono ancora in mezzo al viaggio, ma so dove sto andando e non ho paura di non essere perfetta, anzi mi sento molto più a mio agio nei vestiti che io ho scelto per me e non qualcun altro.

Qual è un risultato ottenuto finora che più ti entusiasma?

La capacità di poter andare contro corrente sapendo di essere supportati da una grande tribù.

Qual è il tuo super potere?

Le persone si sentono al sicuro con me, accolte in modo materno e caldo e questo permette di creare nuove connessioni nelle loro vite.

Quali sono le strategie pratiche per gestire al meglio il tuo tempo al lavoro?

  • To do list come non ci fosse un domani. Alcuni le amano, altri le odiano. Io non posso farne a meno. Le divido per priorità e le sposto nella mia agenda personalizzata per non perderle mai di vista.
    Ho creato un’agenda per psicologhe dato che non riuscivo a trovarne una che potesse soddisfare le mie esigenze. Così nella mia agenda ho lo spazio giusto per ogni mio desiderio.
  • Progetto sognando: ho sempre con me un taccuino o l’app di note del telefono, le idee mi vengono all’improvviso e, come i sogni quando ti svegli, devo mettere subito tutto per iscritto in modo da non farlo svanire. Non importa se ciò che sto sognando è irrealizzabile, a mettere i piedi per terra si fa sempre in tempo. Le nuvole esistono per immaginare, no?
  • Tecniche di gestione delle priorità: sono una multipotenziale, così vengono definite le persone che hanno molti interessi, anche molto diversi tra loro in termini di ambito e attività. A volte per me non è semplice decidere su cosa focalizzarmi perché vengo attratta da esperienze diverse. Per questo motivo utilizzo molto spesso quella che viene definita la tecnica MoSCoW.

    È un metodo che mi permette di dividere le attività in categorie:

    1. Attività di dovere: ciò che devo fare per raggiungere un obiettivo;
    2. Attività che dovrei svolgere in maniera prioritaria;
    3. Attività che potrebbero essere utili ma non sono indispensabili;
    4. Attività che non sono utili per il progetto specifico.

    In questo modo riesco a dare una priorità alle attività da mettere in circolo durante la giornata o il lasso di tempo che ho scelto di dedicare a quell’attività.

Quali sono le strategie pratiche per bilanciare vita e lavoro, e prenderti cura di te?

  • Tempo libero. È la prima cosa che inserisco in agenda ogni settimana. Solo dopo aggiungo le ore di lavoro. Lo so che a qualcuno spaventa, ma solo se sono felice della mia vita riesco a dare il massimo nel mio lavoro. Potrei essere una psicologa competente se non mettessi io per prima in pratica ciò che suggerisco ai miei pazienti?
  • Valori. Quando devo prendere una decisione, mi chiedo: “È in linea con la persona che voglio essere?“, se la risposta è no, passo oltre e non ci penso più. Mi ci sono voluti molti anni prima di raggiungere questo grande obiettivo esistenziale, ma non ci rinuncio mai. Questo modo di vivere mi permette di dire no alle richieste senza sentirmi in colpa.
  • Spazi creativi: ogni tanto dedico del tempo esclusivamente alla sfera creativa. Prendo un foglio bianco e scrivo, immagino progetti, collaborazioni, sogno. Non mi pongo limiti, se mi va di fermare la scrittura e cominciare a disegnare lo faccio. È una pratica che, oltre ad essere rilassante, è sempre una fonte di ispirazione per il mio business. 

Qual è la cosa che ogni BizGirl dovrebbe ricordare quando sente di voler gettare la spugna? 

Fatto è meglio che perfetto! Adoro questo motto. 

Qual è il Training di Biz Academy che più ti è servito fino ad oggi?

Non so davvero scegliere. Tutte le collezioni propedeutiche sono dei pilastri per me.

Come descriveresti l’esperienza che si vive dentro il gruppo di Biz Academy?

Un giorno è squillato il telefono e improvvisamente, nel giro di pochi giorni, sono diventata mamma adottiva. L’ho comunicato alla mia tribù e ho sentito di appartenere ad una grande, immensa, famiglia.

Qual è il miglior consiglio che ti sia mai stato dato? 

Di non pensare che gli altri possano leggermi nel pensiero. Se voglio qualcosa devo chiederlo…anche a me stessa.

Come donna e imprenditrice, qual è la convinzione limitante che sei riuscita a superare e come? 

Ci sto ancora lavorando, ma credo sia la convinzione che tutto deve essere perfetto e che solo io posso farlo nel migliore dei modi. Uno dei miei sogni nel cassetto è di avere dei collaboratori ai quali affidare parte del lavoro che oggi gestisco io. Delegare potrebbe essere la mia parola del 2021.

Come ti mantieni motivata e ispirata? 

La lettura e la scrittura sono la mia fonte massima di ispirazione. Studiare per me è come un buon bicchiere di vino, lo assaporo, lo lascio decantare e lo scelgo una seconda volta se mi ha fatto stare bene. Non potrei smettere di leggere. Scrivere è la mia musa, uso le pagine bianche del mattino per sbloccare le energie, dare linfa vitale ai miei pensieri, lasciare andare il superfluo.

Qual è il tuo motto? 

Fai con quello che hai! Non l’ho inventato io, ma trovo che mi aiuti in ogni circostanza.

Qual è il prossimo obiettivo per la tua attività? 

Ridefinire le attività da proporre on line. Voglio essere libera di vivere dove desidero e continuare ad offrire i miei servizi.

Dove possiamo trovarti e contattarti?

Il mio sito è www.simona-muzzetta.it

Qual è la tua offerta speciale per chi ci sta leggendo?

Per chi sta leggendo regalo uno sconto del 20% sui miei percorsi di avviamento alla professione e di sostegno al percorso di adozione.

Si tratta di percorsi mirati che vengono personalizzati a seguito di un primo contatto (telefonico con gli aspiranti genitori, via mail tramite questionario per le future psicologhe). La cifra del 20% si applica sulla cifra concordata in preventivo.

Lascia un commento

Shop Editor Picks

Ultimi articoli

NON PERDERTI UN SOLO EPISODIO

Iscrivendoti a questo programma acconsenti ad essere inserito/a nelle nostre mailing list, accettando la Privacy Policy e i nostri Termini e Condizioni. Potrai accedere o richiedere modifiche ai tuoi dati in qualsiasi momento.